Nuova stazione meteo a Malga Nardis

Si tratta della prima centralina così alta in tutto il settore sud-occidentale del Trentino

Era da parecchio tempo che ci stavamo lavorando e da ora è ufficialmente operativa. Si tratta della nuova stazione meteo di Malga Nardis, a 1784 m sul livello del mare. Un’installazione che ha richiesto un dispendio non da poco in termini di energie e risorse, ma che di certo garantisce delle soddisfazioni in ambito meteorologico e naturalistico. La possibilità di permettere a chiunque di godersi il panorama di una zona paradisiaca, ben lontana dall’antropizzazione, come quella di Malga Nardis, assegna un valore aggiuntivo all’installazione.

Ci tenevo a ringraziare tutti coloro che hanno permesso e collaborato al progetto, tra cui il comitato ASUC di Ballino (Denis Dall’Alda, Silvio Berti e Ivo Litterini), il Comune di Fiavé e il mio super-papà, che ha provveduto alla realizzazione “fisica” della struttura di sostegno all’apparecchiatura.

A sinistra Denis Dall'Alda e a destra Luca Fruner, alle spalle la nuova installazione meteorologica

A sinistra Denis Dall’Alda e a destra Luca Fruner, alle spalle la nuova installazione meteorologica

Vediamo ora di comprendere un po’ meglio le componenti di questa nuova nuova centralina. La stazione meteo è una Davis Vantage Vue, una semi-professionale molto precisa che non necessita di grandissima manutenzione, anzi è nota proprio per la sua stabilità ma allo stesso tempo per la qualità dei dati che trasmette. Per gestire i dati che essa rileva, vi è un piccolo computer dedicato, un Raspberry Pi3, che monta il software CumulusMX (uno dei più moderni software di gestione meteo).

La webcam

La webcam Reolink

 

La webcam di marca Reolink, con un ottimo obiettivo da 5 megapixel, scatta immagini ad intervalli regolari e le invia al sito Meteo Ballino, cosicché siano visibili da ogni parte del mondo. Ma come fa a funzionare il tutto, direte voi? Grazie ad un router 4G. Un po’ come i nostri smartphone: inseriamo una scheda SIM ed ecco che magicamente siamo connessi alla rete. Il problema risiedeva nel fatto che la copertura in quella precisa zona è un po’ scadente, abbiamo dunque ovviato al problema comprando un antenna supplementare per permettere all’intero sistema di funzionare.

Battezzata quindi anche la terza stazione di Meteo Ballino, questa volta in ambiente montano di alta quota.

Un posto che necessitava di un monitoraggio più approfondito, per permettere di conoscere al meglio il clima della nostra zona, nonché per godersi un panorama (in particolar modo invernale) talvolta mozzafiato.

Concludendo ringrazio nuovamente tutti i collaboratori e spero che il duro lavoro svolto possa essere di vostra utilità e di vostro gradimento.

Una buona serata a tutti!

Luca Fruner

 

Categorie: Novità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *